Leggere la Visura Catastale

Tutti vogliono per le operazioni immobiliari la “Visura Catastale”.

Ma:

Cosa è?

Dove trovarla?

Cosa c’è scritto?


Cosa è

E’ il documento su cui puoi trovare:

  • i dati identificativi e reddituali dei beni immobili (terreni e fabbricati)
    • Foglio Particella Sub
    • Rendita catastale
  • i dati anagrafici delle persone, fisiche o giuridiche, intestatarie dei beni immobili
  • i dati grafici dei terreni (mappa catastale) e delle unità immobiliari urbane (planimetrie)
  • le monografie dei Punti Fiduciali e dei vertici della rete catastale
  • l’elaborato planimetrico (elenco subalterni e rappresentazione grafica)
    • Non è la planimetria catastale ma un grafico che identifica le relazioni in pianta delle varie unità immobiliari
  • gli atti di aggiornamento catastale.
    • Oltre a variazioni squisitamente fiscali, qui potete trovare (certe volte non in maniera esaustiva) le eventuali operazioni urbanistiche effettuate.

Il valore legale è esclusivamente relativo alle competenze fiscali.
Non è prova di proprietà.
Non è prova di correttezza dei dati urbanistici o sui metri quadrati reali.

Dove trovarla

La puoi reperire in tre maniere
1) Online previa iscrizione a http://telematici.agenziaentrate.gov.it/Main/index.jsp.
2) Di persona, recandoti presso qualsiasi Ufficio provinciale – Territorio, sportello catastale decentrato, Sportello Amico (attivo negli uffici postali).
3) Incaricando un professionista abilitato.

La visura catastale è un atto pubblico consultabile da chiunque, la planimetria catastale invece può essere ritirata solo dagli aventi diritto o da loro delegati

Cosa c’è scritto

Per leggere la visura bisogna avere chiari:

Identificativi catastali di un bene immobile

Per effettuare la ricerca di un immobile all’interno degli archivi nazionali occorre indicare gli identificativi catastali dello stesso. Di seguito sono riportate alcune precisazioni in merito al loro uso e significato

  • Comune catastale: il comune dove è situata l’unità immobiliare
  • Sezione amministrativa (per il solo Catasto fabbricati): è una suddivisione interna per l’archiviazione
  • Sezione censuaria (per il solo Catasto terreni): è una suddivisione interna per l’archiviazione. Se presente, è necessaria per l’identificazione catastale dell’immobile.
  • Sezione urbana (per il solo Catasto fabbricati): ): è una suddivisione interna per l’archiviazione.
  • Foglio: porzione di territorio comunale. Il dato è sempre obbligatorio.
  • Particella: o mappale o numero di mappa. Rappresenta all’interno del foglio, una porzione di terreno, o il fabbricato e l’eventuale area di pertinenza. Il dato è sempre obbligatorio.
  • Subalterno: vale solo per il Catasto dei Fabbricati. Se presente, identifica la singola unità immobiliare esistente su una particella.. Il dato, qualora esistente, è necessario.

Dati sugli immobili censiti al Catasto dei Fabbricati

  • Indirizzo: via, numero civico, scala, piano e interno.
  • Zona censuaria: porzione omogenea di territorio comunale nella quale la redditività dei fabbricati è da considerarsi uniforme. Per ogni zona censuaria esiste uno specifico “quadro tariffario” consultabile presso l’ufficio provinciale – Territorio dell’Agenzia.
  • Categoria: tipologia delle unità immobiliari, che ne determinana la destinazione ordinaria e permanente.
  • Classe: parametro che identifica il grado di produttività.
  • Consistenza: dimensione dell’unità immobiliare.
    Per le abitazioni e gli uffici è espressa in “vani”.
    Per i negozi, i magazzini, le rimesse è espressa in metri quadrati.
  • Superficie catastale: è una superficie fittizia, determinata secondo precisi parametri dettati dal dpr del 23 Marzo 1998 n° 138.
    Non rappresenta la superficie reale, nè la superficie calpestabile, nè la superficie commerciale dell’immobile.
    viene calcolata comprendendo le murature perimetrali e le tramezzature:
    • Il totale dei mq delle stanze
    • Una percentuale ridotta dei mq delle cantine o soffitte.
    • Una percentuale ridotta dei mq dei balconi e terrazzi.
    • Una percentuale ridotta dei mq dei giardini.
  • Rendita: è il valore attribuito ai fini fiscali all’unità immobiliare.

Dati sugli immobili censiti al Catasto dei Terreni

  • Qualità: tipo di macrocoltura agraria. Se la particella è suddivisa in porzioni con colturali diverse si leggerà la dicitura “Modello 26”.
  • Classe: il grado di produttività delle particelle.
  • Ha: superficie in ettari del terreno.
  • Are: superficie in are del terreno.
  • Ca: superficie in centiare del terreno.
  • Reddito dominicale: la parte del reddito medio ordinario ritraibile dall’esercizio delle attività agricole.
  • Reddito agrario: la parte del reddito medio ordinario dei terreni imputabile al capitale di esercizio e al lavoro di organizzazione impiegati, nei limiti della potenzialità del terreno, nell’esercizio delle attività agricole.


Ciao. Al prossimo post


NOTE
procedura visura catastale https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/233505/servizi+catastali+visura_visura_brochure+agosto_2016.pdf/6e338235-2068-fa5c-81fa-8080ba1fddd5
visura catastale cosa è https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/schede/fabbricatiterreni/visura-catastale/scheda-info-visura-catastale-cittadini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *